Andrea Mastrovito – At the end of the line – GAMeC

Mastrovito_At the end of the line_Invito-1

Alcune immagini della mostra At the end of the line di Andrea Mastrovito presso la GAMeC di Bergamo, a cura di Sara Fumagalli e Stefano Raimondi, dal 12 marzo al 25 maggio 2014.

Il progetto di Andrea Mastrovito per lo Spazio Zero del museo si sviluppa attraverso una serie di frottage posizionati sull’intero pavimento dello spazio espositivo, come un reperto archeologico che scorre sotto i piedi del visitatore.
Natura e uomo si uniscono fino a mimetizzarsi e fondersi infine in una grande installazione in cui alcune statue ispirate alla scultura classica vengono appiattite e letteralmente cancellate dal passaggio della matita, e inglobate in un grande disegno di paesaggio che tutto assorbe e tutto armonizza.

Il disegno rappresenta la tecnica di indagine privilegiata utilizzata per una rilettura personale e intima della storia dell’umanità, e la linea racchiude in sé un caleidoscopio di significati: linea evolutiva che attraversa diverse epoche, culture e società; linea del disegno che porta e riporta in superficie tracce, memorie e intimi epitaffi di questo percorso; linea di demarcazione tra un prima e un dopo, che è anche una linea dell’amore o di modi diversi di amare.

Una sottile linea rossa unisce il disegno all’animazione, alla musica, alla pittura, alla scultura e di nuovo al disegno: un cerchio che pure è una linea-mondo infantile, che nasce e finisce in se stessa, che si chiude senza mai esaurirsi. Perché in fondo alla fine della linea c’è un nuovo inizio.

Si segnala anche il link all’intervista dove si parla dell’installazione permanente Neverending End – 100 Last Pages, vincitrice del concorso Qui l’arte è di casa, che l’artista ha ideato per la piazza e per la sala lettura di un nuovo nucleo residenziale di Bergamo http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-707394a5-2129-4e1f-bfa4-50ce6c815a61.html

GAMeC
via San Tomaso, 53 – Bergamo
www.gamec.it

005

004

001

000

0